Hai un'idea in testa da trasformare in un progetto da realizzare?

Eccomi, affianco imprenditori coraggiosi nelle loro avventure e tu potresti essere il prossimo. Definiamo la meta da raggiungere, facciamo i bagagli e partiamo.

Cristian Boin manager in affitto per PMI freelance e startup

PROGETTO

Sono la persona che prende i tuoi pensieri e li raffina in progetti da realizzare e piani d'azione da eseguire

AFFIANCO

Potrai contare su di me in ogni passaggio, sia in fase strategica che in fase operativa

OTTIMIZZO

Miglioriamo l'esecuzione di attività chiave e ricorrenti introducendo dei processi funzionali e funzionanti

Management per tutti

Giro il mondo alla ricerca di spunti validi di management per Startup, PMI e liberi professionisti

La figura del manager è stata per anni  una prerogativa delle grandi aziende. I tempi stanno cambiando e per restare competitivi anche piccole realtà come una PMI, una Startup che sta muovendo i primi passi e persino il singolo libero professionista devono adottare principi, processi e tecniche di management.

Forse non avrai bisogno di un manager, ma di management ne sono certo!

Management, gestione, deriva dal sostantivo inglese manage, ossia gestire, e tornando ancora più indietro dall’italiano e dal latino maneggiare, controllare un cavallo.

E troviamo spunti di gestione, di qualsiasi genere in qualsiasi angolo del pianeta. Possiamo trovare spunti di people management nello staff di un ristorante come in un’azienda che lavora unicamente da remoto. Spunti di gestione del magazzino da una piccola biblioteca scolastica al grande e-commerce. Di project management dal freelance che deve far stare nell’agenda mille impegni al cantiere edile.

Ecco quello che voglio fare con te: aiutarti a gestire meglio idee, piani e progetti.

 

Compagni di viaggio

Raggiungere un obiettivo è come costruire un castello di carte: togli una carta e il castello crolla.

Le grandi aziende possono permettersi squadroni di manager specializzati in ogni carta: noi no.

Eppure non possiamo permetterci di dimenticare o perdere una carta per strada. Diventa fondamentale introdurre piccoli processi in ogni ramo: dal project management al product management, dal marketing alla vendita,  dal customer care al controllo qualità, dall’amministrazione alla contabilità.

So cosa stai pensando: “Non ho il tempo di studiare tutte queste discipline” oppure “Non ho voglia e non saprei da che parte iniziare”. 

Non ti preoccupare. Tu dovrai scegliere la meta e portare l’esperienza, la passione e la competenza nel TUO settore, io ti aiuterò a non tralasciare nessuna carta.

Nuvola di parole management

RISPOSTE A DOMANDE CHE POTREBBERO SERVIRTI

No, mi piacciono le strette di mano e gli incontri faccia a faccia, ma il mio lavoro si svolge principalmente da remoto.

Quindi l’intenzione è quella di vederci prima o poi di persona almeno per una birretta, ma possiamo iniziare a lavorare da subito anche se siamo distanti. Così è come sviluppo e porto avanti i progetti che seguo per i miei clienti.

Ottimo! Questo agevola il mio lavoro.

L’ignoranza settoriale non è mai un valore aggiunto. Non sono d’accordo con chi sostenga frasi come: “Per fortuna le persone conosono ancora poco del nostro settore.” oppure “Nel nostro territorio le aziende non si sono ancora innovate, è una grossa opportunità di mercato.”

Il fatto che ci sia un imprenditore o un team, competente, esperto e/o già formato è un grande vantaggio. 

 

I consulenti (in qualunque ambito) offrono spesso delle singole ore di consulenza o dei pacchetti una tantum. 

Il problem di questa modalità di consulenza è l’impossibilità di supervisionare la messa in pratica degli argomenti trattati.

Io non voglio che questo accada. 

Per il bene di entrambe le parti ho deciso di offrire sempre una costanza nel tempo. Ogni pacchetto, al termine delle ore di consulenza iniziale prevede delle ore extra di supervisione, affiancamento e/o coaching operativo. Esempio: 2 ore di consulenza iniziale + 30 minuti di confronto operativo ogni quindici giorni per due mesi.

Così posso avere sempre uno sguardo vigile sui progressi fatti, supervisionare i lavori ed eventualmente aggiustare la rotta in corso d’opera.

Assolutamente sì.

Studio, prendo spunto, mi confronto, testo, ottimizzo e condivido.

Lo ammetto:

“Non sono nato imparato, ho studiato e continuo a studiare da persone più esperte o competenti di me.” 

Hai la possibilità anche tu di leggere centinaia di libri all’anno, partecipare a decine di eventi di formazione, frequentare ogni mese corsi di approfondimento e di aggiornamento?

Sarei davvero felice se la tua risposta fosse affermativa, purtroppo è difficile per un imprenditore trovare tutto questo tempo.

“Cristian come fai ad avere tutto questo tempo libero da investire in formazione?”

Semplicemente fa parte del mio lavoro. L’aggiornamento costante è una parte integrante del mio lavoro a tutti gli effetti, è una task regolare e obbligatoria, è un’attività lavorativa come rispondere alle e-mail o pagare le fatture.

  • Ascolta il mio podcast, ogni settimana esce una puntata con un nuovo spunto di riflessione. Clicca qui
  • Sto allestendo un glossario per imprenditori coraggioso, scopri le ultime definizioni. Clicca qui
  • Scopri la lista di oltre 100 libri che consiglio di leggere a tutti gli imprenditori. Clicca qui

Al liceo creai insieme ad un mio amico un piccolo software. Per noi era soltanto un gioco, ma inconsapevolmente lanciammo la nostra prima Startup.

Cristian boin startup founder

Nonostante dei visi troppo sbarbati per essere credibili riuscimmo a raccogliere un discreto (per l’epoca) finanziamento.

Nonostante dei primi risultati incoraggianti, con questa piccola “Startup” non decollammo mai come avremmo sperato. Tuttavia questa avventura mi mise in buona luce con diverse persone che vedevano in me un giovane ambizioso da formare. Iniziai così a ricevere del materiale da studiare e dei primi lavoretti da fare.

Passai da fare le fotocopie a pubblicare post sui social media, dal creare dei report su Excel a controllare i bilanci, dall’ottimizzazione del flusso di lavoro alla gestione del CRM.

Dal management al marketing, dalle vendite alla revisione finanziaria ho avuto la fortuna di mettere le mani in pasta in svariati ambiti. Questo non fa sicuramente di me un esperto in tutte le singole materie, sono però fermamente convinto che avere al proprio fianco qualcuno con una panoramica completa dei lavori da fare faccia la differenza.

Come dico sempre: raggiungere un obiettivo è come costruire un castello di carte, ogni carta è fondamentale. Quando affronteremo insieme una sfida io ti aiuterò a non tralasciare nessuna carta e assemblare tutte le carte in maniera corretta.

Nel frattempo sono anche diventato docente del corso di preparazione all’esame Federale in Web Project Management.

No, non inizierò a dirti che sono una brava persona, non mi conosci e non puoi saperlo, sarebbe inutile provare a convincerti della mia sincerità in poche righe di testo. Voglio però darti un altro punto di vista che cerco sempre di trasmettere (e far replicare) a tutti i miei clienti ed è forse il vero motivo per la quale puoi fidarti di me.

  • Lo sapevi che la conversione di un nuovo cliente costa in media il 40% in più rispetto alla conversione di un cliente che ha già acquistato in precedenza un tuo prodotto o servizio?
  • Sapevi che in media un cliente già acquisito spende dalle 10 alle 30 volte in più rispetto ad un nuovo cliente?

Parafrasando Pareto: 80% del fatturato di un’azienda potrebbe derivare dal 20% dei clienti.

Questo che cosa significa?

Significa che una persona che ha già fatto un acquisto nel tuo negozio spenderà molto di più rispetto ad una persona che ci entra per la prima volta.

Ma questo non è un processo spontaneo.

“Tieniti stretti i clienti più fedeli”

Quante volte abbiamo sentito questa frase? Ciò nonostante ti posso assicurare che quasi tutti i miei concorrenti (e sicuramente anche i tuoi) pensano principalmente ad acquisire nuovi clienti e non si preoccupano dei clienti già acquisiti.

Questo è un grave errore perché l’obiettivo numero uno di ogni azienda dovrebbe essere aumentare il Lifetime Value di ogni cliente. Ossia il valore generato da un cliente durante la sua intera relazione con un brand.

La relazione tra azienda-cliente è come una storia d’amore. Le aziende di successo cercano delle relazioni stabili, non dei colpi di fulmine o delle avventure di una notte.

Cosa c’entra tutto questo con l’onestà?

Mantenere un cliente il più a lungo possibile è il mio primo obiettivo, di conseguenza non posso permettermi di avere dei clienti insoddisfatti o che si sentano traditi.

Ecco perché puoi fidarti di me: perché sono egoista. Vorrei che i miei clienti non mi abbandonassero mai e per farlo non posso permettermi di sbagliare. Non posso assolutamente permettermi di tradire la fiducia di chi ho davanti e devo sempre rispettare le promesse fatte.

Che fatica inseguire le etichette

Stavo mangiando un hotdog al volo nella pausa pranzo durante una fiera industriale (NASCC) a St Louis, quando il collaboratore di un mio cliente disse:

“Cristian, non ho ancora capito se tu sia un project manager, un consulente di prodotto, un marketers, uno che dispensa consigli a volte validi o semplicemente un amico che ti supporta, ma quello che fai serve e funziona.”

Da quel giorno ho smesso di fare troppo caso ai titoli, mi piacerebbe che riuscissi a fare anche tu lo stesso. Fa niente se non riesci a definirmi, l’importante è che tu capisca ciò che posso fare per te: trasformare le idee in piani d’azione e i progetti in obiettivi da raggiungere.

St Louis Nascc